antipasti

TARALLI PUGLIESI CON FINOCCHIO

Oggi vi presento i taralli pugliesi con finocchio, una delle ricette storiche della mia famiglia, le manine che vedrete in foto sono di mia nonna, che ancora li prepara nonostante i suoi 88 anni e numerosi acciacchi, ma non demorde e continua ad impastarli da sola, anche se questa volta mi ha “permesso” di aiutarla.

Di solito li prepara per Pasqua, ma ha fatto uno strappo alla regola per la voglia di tutta la famiglia di mangiarli; la preparazione è un po’ lunga ma ne vale la pena

PREPARAZIONE: 45 min. COTTURA: 20 min. DIFFICOLTA’: medio KCAL: 325

INGREDIENTI:

  • 900 gr farina 00
  • 200 ml vino bianco
  • 200 ml olio evo
  • 20 gr sale
  • 1 cucchiaio anice
  • 1 cucchiaio semi di finocchioLIEVITINO:
  • 8 gr lievito di birra
  • 2 cucchiai farina
  • 4 cucchiai acqua

PREPARAZIONE:

iniziamo preparando il lievitino: sciogliamo nell’acqua il lievito di birra e poi aggiungiamo la farina, dovrà risultare come una pastella, copriamo e lasciamo lievitare 30 minuti; nel frattempo setacciamo la farina in una ciotola molto grande, aggiungiamo i semi di anice, di finocchio ed il sale

 

 

 

 

 

 

 

versiamo nella ciotola l’olio evo e mescoliamo con una forchetta, uniamo il lievitino ed il vino, amalgamiamo bene e trasferiamolo nell’impasto continuando a girare con una forchetta per far assorbire i liquidi

 

 

 

 

 

 

 

adesso è il momento di sporcarci le mani, cerchiamo di compattare l’impasto e versiamolo su una spianatoia spolverizzata con un po’ di farina, cercate di usare il palmo della mano, ci vorranno circa 10 minuti

 

 

 

 

 

 

 

dividete l’impasto in 2 parti dandogli una forma cilindrica allungata, come dei salami, ora coprite con un panno pulite e lasciate riposate 10 minuti

 

 

 

 

 

 

a questo punto tagliate i salami in pezzi di circa 2 cm, prendete ogni pezzo e stendetelo formando un budello, sempre con il palmo della mano, chiudetelo con una leggera pressione dove si unisce il finale

 

 

 

 

 

 

 

portate ad ebollizione dell’acqua salata e versate 5-6 taralli alla volta, non di più perché potrebbero rompersi, potrete toglierli quando verranno a galla

 

 

 

 

 

 

 

una volta venuti a galla metteteli o in un contenitore per scolare la pasta o sul lavandino, poi trasferiteli su un panno pulito per farli asciugare almeno 30 minuti, girandoli dopo circa 15 minuti per uniformare l’asciugatura, ora inforniamo a 180° ventilato per 20 minuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *